Museo Design Londra 2017: orari, prezzo e recensione





Il 24 novembre 2016 ha riaperto il London Design Museum fondato nel 1989 dal designer Terence Conrad e originariamente situato in una ex fabbrica di banane, vicino a Tower Bridge, nelle rive sud del Tamigi. La nuova sede grande 10.000 mq è in Kensington High Street, molto più centrale rispetto alla sede precedente e grande tre volte tanto, permette al Museo Londinese di aggiudicarsi il titolo di più grande al mondo per il suo genere.

E’ stato scelto un edificio costruito nel 1962, l’ex Istituto del Commonwealth di South Kensington, l’icona del Modernismo Britannico del dopoguerra con una caratteristica copertura di rame a foggia paraboloide, la prima ad essere stata realizzata in questo modo nel Regno Unito nel dopoguerra. 

L’architetto britannico John Pawson è stato incaricato di curare il progetto degli interni, il costo del restyling è di 83 milioni di sterline ed il nuovo museo ha l’ambizione di attrarre 650.000 visitatori l’anno.

Come dichiarato inizialmente dal direttore, Deyan Sudjic, la collezione principale è accessibile al pubblico per la prima volta gratuitamente.

Museo Design Londra





Si può accedere al Design Museum sia da Kensington High Street che da Holland Park, l’ampio atrio al piano terra, grande circa 300mq indirizza tutti i visitatori verso le differenti aree tematiche del museo. La totale assenza di barriere architettoniche rende l’esperienza fruibile a tutti.

L’edificio è così strutturato:

  • Piano terra: la galleria di circa 900mq che ospita le esposizioni temporanee; il bookshop ed il bar/cafè;
  • Primo piano: il Centro Didattico della fondazione Swarovski con laboratori creativi, sale per i seminari e atelier di design; la libreria e archivio Sackler grande circa 250mq e specializzata ovviamente in architettura e design; l’auditorium Bakala, creato specificatamente per ospitare seminari e conferenze, ma anche riunioni sia private che pubbliche;
  • Ultimo piano: la galleria con l’esposizione permanete grande circa 650mq, il ristorante Parabola e la members room

Vitra ha fornito gli arredi per gli uffici e gli spazi pubblici e le grafiche ed il sito internet sono stati rinnovati da Fabrique.  

La struttura è stata definita “low carbon building”, il che significa bassa produzione ed emissione di carbonio, inoltre è presente nell’edificio un sistema sofisticato che permette di regolare l’illuminazione ed il riscaldamento in base alle persone che transitano all’interno del museo, consentendo così di ridurre i consumi.

Dal punto di vista architettonico si tratta di tre piani in legno e vetro, le cui geometrie giocano con il caratteristico soffitto. Per fare in modo che lo spettatore non si faccia mancare niente, l’esposizione permanente è stata posizionata all’ultimo piano così che chiunque, dovendo attraversare gli altri piani, possa ammirare l’edificio nella sua totalità.

Il recupero di questo gioiello in mattoni ha lo scopo di lanciare un importante messaggio, ridare nuova vita ad edifici già esistenti può essere più gratificante e stimolante che crearne uno nuovo dal nulla.

Cosa ci si deve aspettare dal Museo del Design? Forse non tutti lo sanno, ma più che quadri e opere d’arte intese come pitture e sculture classiche, questo museo ospita oggetti che hanno fatto la storia e che sono conosciuti e riconosciuti in tutto il mondo per la loro innovazione, vere e proprie pietre miliari del design. Ad esempio, potete trovare la Vespa Clubman Piaggio, brevettata il 23 aprile 1946 e progettata da Corradino D’Ascanio. Uno dei prodotti di disegno industriale più famosi che viene spesso utilizzata come simbolo del design italiano.

Un’altra piccola perla del design internazionale esposta nella mostra permanente è il Walkman Sony TPS-L2, classe 1979, l’oggetto che più di tutti ha rivoluzionato il nostro modo di vivere la musica.

Tutti gli oggetti in esposizione permanente all’ultimo piano sono stati ordinati ed esposti in base alle problematiche che affrontano nella quotidianità, anzichè in ordine cronologico.

Trattandosi di un progetto estremamente costoso, è stato dato il via ad una raccolta fondi lunga sei anni che raggiunge l’apice con un’iniziativa alternativa chiamata adopt an object (adotta un oggetto) alla quale tutti possono partecipare e che permette a 12 tra i numerosi oggetti in mostra di essere adottati e spostati, col denaro raccolto, dalla vecchia alla nuova sede. Il denaro verrà utilizzato per contribuire alla ristrutturazione del museo. Lo spostamento dei 12 oggetti presenti nell’elenco può essere monitorato costantemente attraverso la pagina dedicata sul sito ufficiale del Design Museum ed è inoltre possibile leggere i nomi di tutti coloro che hanno generosamente contribuito.

Orari e prezzi del Museo Design di Londra





Design Museum London prices: Come accennato precedentemente, l’esposizione permanente del museo è gratuita. Comunque, si susseguiranno esposizioni temporanee di lunga o breve durata sia pagamento che gratuite.

Il museo ha riaperto i battenti con due interessantissime mostre temporanee ma di lunga durata:

  • Beazley Designs of the Year dal 24 novembre 2016 al 19 febbraio 2017 
  • Fear and Love: Reactions to a Complex World dal 24 novembre 2016 al 23 aprile 2017

Si susseguiranno comunque esposizioni senza dubbio interessanti, per cui vale sempre la pena tenersi aggiornati consultando il sito ufficiale.

Il museo è aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00, l’ultima ammissione è alle 17:00 ed il primo giovedì di ogni mese la chiusura viene posticipata alle ore 20:00.

E’ possibile acquistare i biglietti sul posto oppure online. Acquistando il biglietto è possibile effettuare una donazione in denaro per contribuire allo sviluppo del museo.

Come arrivare al Museo Design di Londra

Address/Indirizzo: 222 – 238 Kensington High Street – London W8 6AG

Tube station: Il Design Museum si raggiunge facilmente dalla stazione metropolitana di High Street Kensington, dove passano Circle e District lines.

Vale la pena ritagliarsi qualche ora per visitare l’area circostante ed eventualmente visitare qualche altro museo. Camminando un po’ oppure arrivando alle fermate metro di Gloucester Road (Piccadilly line) e/o South Kensington (Piccadilly, Circle e District lines) vi troverete a poter visitare il Victoria and Albert Museum, lo Science Museum o il Natural History Museum.

Installazioni ed eventi del Museo del Design di Londra

Il museo è sempre molto attivo e non mancano gli eventi. Per i super appassionati è disponibile la Membership Card annuale, al costo di £55 con Direct Debit viene garantito accesso illimitato a tutte le mostre ed iniziative esclusive create per l’occasione. E’ possibile acquistare la Membership Card per se stessi o come regalo per qualcuno e i vantaggi inclusi nel prezzo non mancano, tra cui ovviamente l’entrata illimitata a tutte le mostre, lo sconto del 10% al bookshop, l’accesso alla Members Room e l’invito ad eventi organizzati per soli membri.

Esistono vari tipi di Membership Card, come ad esempio quella per studenti ad un prezzo inferiore.

In ogni caso, con o senza la Membership Card, visitare il museo è indubbiamente un’esperienza appagante anche solo restando seduti al nuovo bar ad ammirare il caratteristico soffitto dell’edificio, gustando un caffè senza troppe pretese. Oppure potete approfittare dell’apertura prolungata il primo giovedì del mese per restare fino alle ore 20:00 e poi fermarvi a cena nel nuovo ristorante Parabola all’ultimo piano.

Insomma, qualunque sia la ragione che vi spinge a visitare il museo state certi che non resterete affatto delusi.

2 thoughts on “Museo Design Londra 2017: orari, prezzo e recensione”

Send a Comment

Your email address will not be published.